How e-bike motor works - Pogo Cycles bike to work available

Come funziona il motore della e-bike

Introduzione:

Probabilmente hai sentito parlare o forse possiedi delle biciclette elettriche , un veicolo a due ruote che utilizza un motore per assistere la pedalata. Nel corso del tempo, la popolarità delle biciclette alimentate a batteria è aumentata (e il prezzo è diminuito). Tuttavia, sollevano alcune preoccupazioni sulla natura precisa del funzionamento del motore e su cosa comporta per l'esperienza di guida. Abbiamo fatto tutto il possibile per imparare il più possibile sui motori e sul loro rapporto con la bici e il ciclista, ricercando il mercato in espansione delle e-bike.

 

Cosa offrono i motori per bici elettriche:

I motori elettrici convertono fondamentalmente l'energia elettrica in energia meccanica. Le e-bike sono dotate di motori CC senza spazzole, noti anche come motori BLDC, che non richiedono spazzole per modificare la direzione della corrente che scorre al motore come facevano i motori elettrici più vecchi. Poiché le spazzole riducevano l'efficienza dei motori e tendevano a usurarsi nel tempo, i motori brushless sono diventati lo standard da oltre 10 anni.

Quando apri un motore BLDC, puoi vedere molti cavi avvolti attorno a un anello di poli. Questo è lo statore, che si trasforma in un elettromagnete quando il controller del motore inietta corrente nei cavi della batteria. Sarà inoltre visibile una fila di magneti permanenti a forma di cerchio, all'interno o all'esterno dello statore. A seconda del tipo di motore BLDC, l'orientamento dei magneti rispetto allo statore può differire, ma il rotore è sempre presente.

Capire come interagiscono il rotore e lo statore è essenziale per comprendere come funzionano i motori delle e-bike. I magneti permanenti del rotore sono attratti e respinti dagli elettromagneti sullo statore mentre la corrente li attraversa secondo uno schema circolare, facendo ruotare lo statore. Un albero è collegato allo statore.

Una minuscola corona fissata all'albero di un motore a trazione centrale utilizza la coppia prodotta dalla rotazione dell'albero per assisterti nella pedalata. I motori del mozzo non girano; invece, l'albero funge da asse. Invece, è il rotore stesso del motore a girare, facendo girare l'intero mozzo e producendo la coppia per far girare la ruota anteriore o quella posteriore. Le bici FIIDO sono una delle migliori bici.

 

Come funzionano le biciclette elettriche con gli altri componenti

Tutte le e-bike sono dotate di motore, controller del motore e batterie. Il motore utilizza l'input per trasferire la quantità desiderata di corrente dalla batteria al motore mentre i controller variano la quantità di potenza che vi fluisce. La sensazione di come viene distribuita la potenza è ciò che rende una e-bike una e-bike.

Un sensore di velocità, che controlla l'e-assist misurando la cadenza di pedalata del ciclista, o sensori di coppia, che determinano la quantità di coppia che il ciclista sta applicando ai pedali, possono essere utilizzati nelle e-bike a pedalata assistita. Le norme regionali regolano dove è possibile e non è consentito utilizzare le e-bike con acceleratore, tuttavia alcune di esse le prevedono per poter utilizzare il motore senza pedalare.

 

Le varie forme di motori

I motori che troverai sulle e-bike di oggi sono disponibili in tre varietà principali. Il punto in cui si trova tipicamente il movimento centrale sugli scooter elettrici è il punto in cui sono montati i motori a trazione centrale. Esistono due diversi tipi di motori con mozzo utilizzati nelle e-bike con mozzo, che possono avere motori all'interno del mozzo anteriore o posteriore.

A parte i cuscinetti, i motori con mozzo a trasmissione diretta non hanno parti mobili. L'asse, fissato al forcellino del telaio, ruota semplicemente attorno al motore. La coppia erogata dai motori con mozzo a ingranaggi planetari viene aumentata riducendo il numero di giri del motore. Controlla lo schema bici-lavoro

 

Descrizione di alcuni tipi di motore:

  • Motori con ingranaggi

L'unica differenza tra motoriduttori e motori ad azionamento diretto è che i motoriduttori hanno un motore elettrico che gira a una velocità significativamente maggiore all'interno del mozzo. Il mozzo viene ruotato a un ritmo più lento grazie ad un sistema di ingranaggi planetari ad esso collegati tramite l'albero del motore. Utilizzando questa tecnica viene prodotta più coppia ma meno velocità massima.

 

  • Motori a frizione

Rispetto ai moderni motori sui mozzi e ai sistemi a trazione centrale, le e-bike a frizione sembrano antiquate, ma il design a basso costo presenta vantaggi per i ciclisti che desiderano aggiornare una bicicletta convenzionale con poco sforzo. Una piccola ruota che tocca il pneumatico è azionata da un motore imbullonato, che spesso si trova sopra i foderi verticali o sotto i foderi orizzontali, sebbene alcuni kit si installino sul supporto del freno sulla forcella. Vai avanti mentre il pneumatico gira a causa della ruota del motore. I kit sono semplicemente convertibili su tutte le bici, il che è un vantaggio considerando che l'attrito si traduce in una maggiore usura dei pneumatici.

 

Esistono quattro categorie principali su come il motore della bici elettrica trasmette potenza alla ruota .

  1. Azionamento del motore del mozzo
  2. Azionamento a frizione
  3. A metà guida
  4. Guida sul lato sinistro.

Il motore viene utilizzato nella trasmissione a frizione per strofinare il pneumatico, spingendolo per attrito. Come puoi aspettarti, questa tecnica potrebbe non funzionare se uno pneumatico presenta acqua o fango. Mid drive descrive una bicicletta con il motore situato al centro, vicino ai pedali. Il motore viene quindi collegato ai pedali, aiutando il ciclista a tirare la catena della bicicletta. Le unità centrali funzionano egregiamente quando il ciclista seleziona la marcia appropriata.

Torna al blog