Decoding Myths About E-bikes - Pogo Cycles bike to work available

Decodificare i miti sulle bici elettriche

Le bici elettriche e gli scooter elettrici sono il nuovo futuro man mano che i periodi e le epoche cambiano. È sul punto di affrontare nuove difficoltà poiché l’uso e la produzione di veicoli elettrici continuano ad espandersi. Il mercato dei veicoli elettrici è in espansione a causa dell’aumento dei prezzi del carburante, dello stato dell’economia mondiale e del cambiamento climatico.

Per affrontare questi sviluppi, la società si sta orientando verso soluzioni più rispettose dell’ambiente. Le credenze in materiale mitico che è stato travisato al pubblico sono una delle difficoltà nel cambiamento della transizione dei veicoli elettrici. Comprendere le convinzioni che ne stanno alla base è una delle difficoltà che un cliente onesto incontra prima di acquistare un veicolo elettrico.

 

Le e-bike sono il futuro:

Le e-bike sono qui per restare e stanno diventando un fattore sempre più significativo nell’incoraggiare le persone a utilizzare le biciclette. Mentre alcuni ciclisti traggono chiaramente beneficio da un po’ di assistenza elettrica, ci sono ancora alcune idee sbagliate su cosa offrono le e-bike e sui potenziali vantaggi che possono portare tra i ciclisti. Esaminiamo quindi le verità alla base di una dozzina di idee sbagliate sull'e-bike.

Le e-bike non sono un’invenzione recente, contrariamente a quanto pensano in molti. Da quando furono creati i primi modelli alla fine del XIX secolo, esistono da più di 100 anni. Nonostante la recente impennata di popolarità, le e-bike continuano a essere fraintese da gran parte della popolazione. Esaminiamo la verità dietro i cinque errori più diffusi sulle e-bike nel blog di oggi. Controlla lo schema bici-lavoro

 

Mito 1: Dato che le bici elettriche non sono progettate per lunghe distanze, come possono essere ricaricate?

Poiché sono preoccupati per l’autonomia dei veicoli elettrici e per quanto lontano possono arrivare, le persone sono generalmente riluttanti ad acquistare veicoli elettrici. Un altro problema che molte persone hanno è la mancanza di stazioni di ricarica. Tuttavia, la realtà è che la maggior parte delle persone percorre solo meno di 50 km al giorno, quindi non hanno bisogno di percorrere più di 100 km al giorno. Controlla la bici elettrica FIIDO

Invece di cercare una stazione di ricarica pubblica, possono facilmente ricaricare a casa durante la notte per avere la batteria carica per il giorno successivo. Inoltre, l’infrastruttura per la ricarica delle biciclette elettriche è in continua crescita, quindi l’India presto avrà infrastrutture sufficienti per supportare il suo settore in espansione dei veicoli elettrici.

 

Mito 2: Andare in bicicletta elettrica non ti aiuterà a rimetterti in forma.

La prima cosa che senti spesso è che usare una e-bike non ti aiuterà a metterti in forma, a perdere peso o a migliorare il tuo cardio. Le moderne e-bike, invece, tecnicamente sono chiamate bici “ad assistenza elettrica”, quindi è necessario pedalare comunque con le gambe; il motore elettrico serve solo a mantenere una velocità maggiore.

Anche se il tuo allenamento non è così faticoso come lo sarebbe su una bici non elettrica, le variazioni nelle conseguenze sulla salute non sono così grandi come potresti immaginare.

 

Mito 3: Le bici elettriche perdono rapidamente potenza, lasciandoti con una bici pesante .

Limitando la distanza percorribile in bicicletta con l'aiuto, la quantità di energia elettrica scelta ha anche un impatto immediato sulle singole pedalate oltre ad avere un impatto sui tuoi obiettivi di fitness a lungo termine. L'autonomia (distanza) che il motore elettrico può aiutarti a percorrere diminuisce all'aumentare del consumo di energia. Tuttavia, molte e-bike sono in grado di raggiungere un'autonomia assistita di 100 miglia o più con impostazioni a bassa potenza.

Determinare la portata non è un’arte misteriosa basata sul caso, sulla fortuna e sulle congetture. La maggior parte delle e-bike contemporanee dispone di monitor precisi del livello della batteria e persino di indicatori di autonomia prevista, in modo da poter determinare esattamente la quantità di energia rimasta. Controllare lo schema ciclo-lavoro

Non devi portare a spasso un mammut su per le colline se qualcosa va storto e ti rendi conto di essere completamente senza energia elettrica. Con motori e batterie aggiuntivi, la maggior parte delle e-bike tende a pesare un po’ di più rispetto alle loro controparti non assistite, ma questa tendenza sta cambiando.

 

Mito 4: Le bici elettriche sono difficili da usare.

Una e-bike ha senza dubbio alcune parti e componenti extra, ma sotto sotto è ancora una bicicletta con parti e tecnologia collaudate che non sono cambiate da decenni. Se riesci a gestire lo spostamento delle gomme, il cambio delle marce e la regolazione dei freni su una bicicletta normale, puoi comunque divertirti a fare lo stesso su una e-bike.

Le e-bike sono in gran parte un prodotto dell'era moderna con tutto il design completo e intuitivo a cui la vita moderna dà priorità, anche con le nuove tecnologie coinvolte. Le procedure di ricarica diventano sempre più semplici e pratiche. include il supporto per dispositivi intelligenti o funzionalità opzionali più sofisticate, come l'incorporazione delle letture del cardiofrequenzimetro.

 

Mito 5: solo gli anziani possono utilizzare le biciclette elettriche .

È stato riscontrato che il 17% delle persone ha dichiarato di essere più propenso ad acquistare o utilizzare una bicicletta elettrica rispetto all'anno precedente e l'11% ha dichiarato di non utilizzare più biciclette a pedali da soli. È emerso inoltre che l'8% delle persone possedeva una e-bike.

Molti suggeriscono che non si tratta semplicemente di persone anziane. Il gruppo demografico più giovane era complessivamente più entusiasta delle e-bike, il che è completamente opposto a come le vendite inizialmente tendevano a favorire un gruppo demografico più anziano alla ricerca di una nuova mobilità.

 

Mito 6: le bici elettriche sono ingombranti e pesanti .

Abbiamo già detto che le e-bike non devono essere molto più pesanti delle biciclette convenzionali e diversi produttori hanno integrato la tecnologia nelle interfacce utente delle loro e-bike in modo davvero semplice. Ma l’integrazione di batterie e motori così come la costruzione del telaio hanno raggiunto quel livello di progettazione.

 

Mito 7: Le bici elettriche sono troppo veloci e pericolose

Le bici elettriche e le bici convenzionali hanno entrambe la stessa velocità massima. In base alla progettazione, la pedalata assistita aiuterà solo ad accelerare fino a un limite di velocità impostato. Successivamente, proprio come con le bici convenzionali, dipenderà interamente dalla potenza delle gambe. In verità, molti ciclisti appassionati possono facilmente andare più veloci del limite di velocità delle e-bike. Per questo motivo nella maggior parte dei paesi le bici elettriche possono utilizzare le stesse corsie delle bici convenzionali.

 

Torna al blog